SUNSHINE BLOGGER AWARD 2020: SIAMO STATE NOMINATE!

Avete mai sentito parlare del Sunshine Blogger Award? È uno speciale riconoscimento che i blogger assegnano ad altri blogger per valorizzare il loro lavoro e offrire la possibilità di raccontare le proprie passioni.

Vi do una bella notizia: quest’anno siamo state nominate anche noi!



Devo ringraziare Simona di Travel Off per questa “investitura”.

Ho conosciuto Simona durante il periodo del passato lockdown, imbattendomi nella sua fantastica iniziativa dei viaggiatori a km 0, per la quale ho parlato del mio luogo del cuore a due passi da casa, il borgo di Caprarola. Mi sono subito appassionata al suo stile di viaggio, responsabile e consapevole, e ai suoi racconti sulla Lunigiana, la zona dove è tornata a vivere dopo anni trascorsi all’estero. Vi invito ad andare a sbirciare il suo blog e il suo profilo Instagram per scoprire le sue tante e belle iniziative!

In cosa consiste il Sunshine Blogger Award?

I passaggi sono semplici:

1) scrivere un articolo in cui spieghi cosa sia il Sunshine Blogger Award, inserendo il suo logo

2) ringraziare citando chi ti ha nominato, lasciando il link al suo blog

3) rispondere alle domande che ti sono state rivolte

4) nominare altri profili che ti piacciono, realizzando per loro delle domande ad hoc

Bene, è ora di rispondere alle domande di Simona.


Che messaggio vuoi dare ai viaggiatori attraverso il tuo blog?

Quando ho (finalmente!) deciso di aprire il blog con l’aiuto di una mia cara amica, non avevo in mente un preciso messaggio da voler veicolare: ero, più che altro, spinta dalla voglia di condividere le mie esperienze di viaggio, gli itinerari, le esperienze culinarie e i “trucchetti” per risparmiare scoperti nel corso degli anni.

Poi mi sono detta "perchè non poter viaggiare pur rimanendo a casa"? Ho la fortuna di abitare in una delle città più affascinanti del mondo, Roma, che regala tante bellezze sorprendenti ad ogni angolo. È così che ho creato due rubriche: In giro per Roma, dove parlo a 360° della Città Eterna, svelando luoghi insoliti e raccontando i “grandi classici” sotto una nuova lente (sono una guida turistica), e Maccarò, m’hai provocato e io ti distruggo! nella quale, prendendo a prestito una famosa frase di Alberto Sordi, faccio scoprire le specialità gastronomiche capitoline.

Ecco il messaggio che mi piacerebbe trasmettere: si può viaggiare rimanendo anche a casa, guardando ciò che ci circonda e che troppo spesso diamo per scontato, con occhi nuovi, quelli della curiosità.


Qual è l’esperienza di viaggio che più ti ha colpito e trasformato?

Ogni paese in cui sono stata, ogni viaggio che ho affrontato ha lasciato qualcosa dentro di me; qualcosa di intangibile che ha cambiato, piano piano, il mio modo di pensare e, in un certo senso, il mio modo d’essere. Appena ho letto la domanda, tuttavia, ho pensato subito al mio viaggio in Terra Santa, un tour nei luoghi simbolo della cristianità nel quale è impossibile non rimanere colpiti dalla spiritualità di cui ogni paesaggio, ogni pietra è intrisa. È stato un viaggio in cui ho riflettuto su me stessa, in cui ho toccato con mano le ingiustizie del mondo, e in cui ho superato i miei limiti; sapete perché? Perché, per la prima volta, ho abbandonato la mia comfort zone unendomi ad un gruppo di capi scout che ha organizzato l’itinerario! Niente alberghi, ma scuole, conventi e case dove dormire (molto spesso nei sacchi a pelo), comodità ridotte al minimo ma tante energie positive che si sono unite dando vita ad un’esperienza incredibile che custodirò per sempre!


Qual è la tua destinazione preferita e perché?

Non ho una destinazione preferita, avrei voglia di visitare tutti i paesi del mondo, anzi, questo sarebbe veramente il mio sogno! Sicuramente ho una predilezione per i paesi mediorientali e del sud-est asiatico: sono affascinata dalle loro culture e tradizioni, così differenti dalla nostra, e dalle loro cucine, speziate e profumate. Non vedo l’ora di poter tornare a viaggiare!


Palazzo Farnese a Caprarola
foto di Lucio Frabotta



Quale è il tuo luogo del cuore a km0?

Adoro la mia città e la mia regione, ne sono talmente innamorata da aver scovato tanti luoghi magnifici, ricchi di storia e tesori storico artistici. Molto spesso preferiamo scegliere per le nostre vacanze mete a migliaia di chilometri di distanza, non accorgendoci di quante destinazioni meravigliose si nascondono dietro l’angolo. Il mio posto del cuore a km 0 è Caprarola, un delizioso borgo della Tuscia Viterbese, dominato dall’imponente Palazzo Farnese, scrigno di magnifiche architetture ed affreschi rinascimentali.


Come credi stia cambiando il mondo dei viaggi e come ti immagini sarà tornare a viaggiare?

La pandemia ha cambiato il nostro modo di pensare, di relazionarci, di vivere la quotidianità e anche il nostro modo di concepire i viaggi, come vi ho raccontato nell’articolo Viaggiare ai tempi del coronavirus. L’estate 2020 è stata caratterizzata dalla ri-scoperta della nostra amata Italia, dei suoi borghi, dei suoi laghi e delle sue spiagge. Ci siamo finalmente accorti di quanto l’Italia ha da offrire e di quanto poco noi italiani la conosciamo. Ad esempio, non ero mai stata a L’Aquila e, finalmente, quest’estate ho rimediato alla mia grave mancanza; e poi sono tornata in luogo del cuore, questa volta non a km 0: la Costiera Amalfitana, con i suoi scorci pittoreschi!

Ecco le mie nomination:

Beatrice di Viaggiatrice Indipendente mi ha catturato con i suoi consigli ed itinerari per viaggiare risparmiando, senza però farsi mancare nulla.

Viviana di Lago Maggiore Blog ama e valorizza il suo territorio a 360° proponendo itinerari artistici e chicche gastronomiche.

Jenny e Ale di Una Valigia di Fiori sono dei cacciatori di piante e giardini particolari in giro per l’Italia e per il mondo e mi hanno fatto guardare la natura sotto un’altra prospettiva.

 

Non mi rimane che lasciare le domande e aspettare le loro risposte: sono curiosissima!

-Quando hai deciso di fare il “grande passo” aprendo il tuo blog?

-Qual è l’aneddoto più divertente che ti è capitato in viaggio?

-Qual è il piatto più buono che hai assaggiato all’estero?

-Se dovessi venire a trovarti, qual è il posto della tua città/regione dove mi porteresti perché assolutamente imperdibile?

-La pandemia ha cambiato il tuo modo di approcciarti ai viaggi? Ti senti sicuro/a ad andare all’estero appena si potrà o prediligerai mete italiane?

 


Nessun commento:

Posta un commento