CUCINA SPAGNOLA

La cucina spagnola ha una tradizione antichissima e il merito di aver introdotto, all’inizio del Cinquecento, nuovi alimenti provenienti dalle Americhe: i pomodori, le patate, il mais e il cacao. Cardine di tutti i piatti è l’uso di prodotti freschi, locali e di stagione.

Selezione di salumi iberici
Foto di Arianna
Per prima cosa, parliamo di tapas. Per gli spagnoli, le tapas, accompagnate da un buon bicchiere di vino liquoroso o di cerveza, sono un vero e proprio rito; altro non sono che piatti tipici iberici nella versione spuntino, un vero concentrato di cucina mediterranea. Si dividono in calde (calientes), come calamari fritti, polpo e crocchette, o fredde (frios), come il gazpacho, l’hamon serrano, l’hamon iberico o il più pregiato pata negra e le tortillas, e possono essere un antipasto, un aperitivo o un vero e proprio pasto.

È, però, la paella ad essere il piatto spagnolo più conosciuto al mondo: il termine deriva dalla padella usata per preparare il riso, arricchito di verdure, carne o frutti di mare, a seconda delle diverse ricette regionali. Nelle calde giornate estive, il gazpacho, una zuppa fredda a base di pomodoro, aglio, cipolla e pepe, offre refrigerio e solletica le papille gustative. Magari, dopo, assaggiate una fetta di tortilla, una frittata a base di patate e cipolla. Delizioso è il polpo alla galiziana, bollito e insaporito con paprika, sale e olio, mentre come piatto a base di carne dovete assolutamente assaggiare la fabada asturiana, uno stufato di fagioli bianchi con il chorizo (una salsiccia dolce e piccante allo stesso tempo) e la morcilla (un salume simile al sanguinaccio), solitamente mangiato nelle zone montuose spagnole per scaldarsi durante il periodo invernale.


Chistorra, salsiccia tipica
Il piatto per eccellenza della capitale è il cocido madrileno, altro stufato consumato soprattutto in inverno, a base di ceci, verdure, pancetta e salsiccia.
Non possono mancare i dolci: la crema catalana è la versione spagnola della crème brûlé francese, dove la crema pasticciera aromatizzata agli agrumi e alla cannella è ricoperta da zucchero caramellato, mentre i churros sono dolcetti fritti, spolverati di zucchero a velo, molto amati dagli spagnoli, consumati a colazione o come merenda.

Vamos a comer!

2 commenti:

  1. Le migliori tapas sono quelle basche (pinxtos),a Bilbao ne ho gustate di succulenti e varie.(Vina del ensache, uno dei locali più antichi della città). Mentre i migliori churros sono quelli di Valencia nella storica Horchateria Santa Caterina.
    Buon appetito😊😊

    RispondiElimina
  2. Mi hai fatto venire l'acquolina in bocca!

    RispondiElimina